I migliori Hosting Providers

Dell servers hostingUna delle prime cose da prendere in considerazione quando si decide di costruire la propria presenza online, sia per motivi personale che di business, è la scelta del hosting. Abbiamo già parlato in un altro articolo sul perché scegliere un hosting a pagamento piuttosto che uno gratuito, e ne abbiamo parlato anche nella guida su come creare un blog. Quindi stavolta ci concentreremo nella selezione dei fornitori migliori tra quelli a pagamento.

Molte persone, quando si trovano davanti alla scelta dell’ hosting, si pongono poche domande, del tipo; hosting in italiano o in inglese? Quanto mi costa?. Sebbene possono essere domande del tutto legittime, i parametri da prendere in considerazione per valutare e confrontare diversi provider di hosting sono molteplici.

 

Quali caratteristiche deve avere un buon servizio di hosting?

Il primo consiglio è quello di non concentrarsi unicamente nei hosting in lingua italiana, ed in questo modo si avrà accesso ad una scelta di providers più ampia. Inoltre, essendo molti di più i providers in lingua inglese, ne beneficia enormemente il fattore prezzo, poiché per essere competitivi, i fornitori di hosting devono offrire dei servizi ottimi a prezzi relativamente bassi. Passiamo ora alla parte tecnica: i migliori hosting providers devono offrire spazio illimitato e la possibilità di creare illimitati database mySQL oltre a hosting linux che solitamente si preferisce quando si tratta di creare websites o blogs con WordPress. Oramai i migliori fornitori offrono dei pannelli di controllo facili da utilizzare da parte dell’utente, senza avere la necessità di pagare a terzi per gestire il proprio sito (o siti). Dal pannello di controllo, si possono installare dei CMS in pochissimi click, creare nuove caselle di posta elettronica, gestire quelle esistenti, aggiungere sottodomini, accesso alle statistiche del vostro sito, dei website builders, ecc. Insomma, tutto ciò che occorre per creare, gestire e far crescere il proprio sito web. I “big” solitamente usano due tipi di software per il pannello di controllo: cPanel e Plesk. Non è difficile capire che magari si va a pagare leggermente di più per un hosting con tutte queste caratteristiche, ma riuscendo a gestire il tutto in autonomia, si va a risparmiare nell’outsourcing.

Per essere ancora più specifici ed esigenti, un buon hosting deve essere compatibile con WordPress, Joomla, Drupal, Moodle, dipendendo dal tipo di tecnologia che utilizzerete per la creazione del vostro website. Inoltre deve offrire la possibilità di creare una copia di sicurezza (backup) automatica e periodicamente, dev’essere monitorato 24/7/365 (cioè, sempre), deve supportare la possibilità di fare l’upload (caricare) di file audio, video, pdfs, offrire acceso FTP e fornire assistenza tecnica sempre, in modo veloce ed efficiente. Questo diciamo che fa parte del pacchetto base dei migliori hosting provider, ma più ne hanno, meglio è.

 

Come scegliere l’hosting provider

  • Controllate l’uptime che vi offrono. L’uptime basicamente è il tempo che il vostro sito è online senza interruzioni. Cercate un valore vicino al 99% e diffidate del 100%. Alcuni hosting cloud offrono un uptime di circa 99,99%, e questo è dovuto al fatto che se ci sono problemi, il vostro sito sarà spostato ad un altro server.
  • Bandwidth: Più traffico ricevi, più banda larga ti serve, pertanto controllate questo parametro al momento di scegliere.
  • Un buon hosting vi deve dare la possibilità di passare dal vostro piano ad uno di livello superiore nel caso in futuro ne abbiate bisogno (se vi servirà più ram, più spazio, più risorse).

Per concludere torniamo al fattore prezzo. I provider principali offrono garanzie “soddisfatto o rimborsato” che possono variare dai 30 ai 60 giorni, avendo così la possibilità di testarli e di cambiare se non siete soddisfatti. Leggete bene i contratti se ci sono, ma solitamente non ci sono vincoli di permanenza. Inoltre molti hosting providers offrono la possibilità di pagare mensilmente.

Per chiudere in bellezza, vediamo una lista dei top 5:

  1. DreamHost
  2. HostMonster
  3. BlueHost
  4. JustHost
  5. HostGator

Similar Posts:

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *